Skip to content
DM perché avere un sito

Perché oggi è così importante avere un sito web?

Ad un certo punto della storia, tra la fine degli anni ’90 e l’inizio degli anni 2000, avere un sito web aziendale andava di moda. Ad oggi, disporre del proprio sito web, piuttosto che una moda o un lusso, è una vera necessità.

È stato dimostrato che l’investimento nell’applicazione di nuove tecnologie e di un sito web accattivante è correlato in modo positivo all’aumento delle vendite, della produttività e del valore di mercato delle imprese/aziende. Indipendentemente dalla dimensione dell’attività, è di fondamentale importanza essere in grado di raggiungere i propri clienti in modo semplice e globale.

Internet è il miglior alleato per un tale compito. Sebbene esistano molti social network in cui è possibile farsi pubblicità gratuitamente o a pagamento, avere un sito web eleva il prestigio dell’azienda e consente l’incremento del livello di fiducia del cliente nei riguardi del prodotto o servizio fornito. I social media mostrano risultati casuali che non sempre vanno di pari passo con il comportamento dei consumatori finali, pertanto l’impatto effettivo dello studio non può essere misurato.

Ecco alcuni motivi per cui è necessario disporre di un sito web:

7 motivi per avere un sito web aziendale

1.- Presentazione corretta del prodotto o servizio

Una corretta pianificazione di una presenza su Internet implica una cura intensiva dell’offerta di prodotti o servizi. Questo, talvolta, è un aspetto molto più importante di quanto i clienti credano.

2.- Pubblicità efficace

Com’è la pubblicità dell’azienda? Che si tratti di newsletter, inserzioni o qualsiasi altro metodo. Azioni di questo tipo mettono sotto pressione il cliente e raramente lo contattano al momento giusto. Al contrario, se riscontrati tramite Google, le probabilità che un potenziale cliente si metta in contatto con l’azienda sono maggiori. Ottenere pubblicità molto economica o gratuita è praticamente impossibile. I visitatori che approdano sul sito attraverso normali ricerche (organiche) non rappresentano una spesa. È chiaro però che la creazione, la manutenzione e l’ottimizzazione di un sito web richiedono un primo investimento.

3.- propri clienti possono diventare una buona raccomandazione

Se l’attività è ottimale, i clienti la raccomanderanno con sicurezza. Di questi tempi, nell’era del mondo online, il fenomeno della propagazione si verifica attraverso mezzi quali e-mail, Facebook o altri social network, così come attraverso i classici forum. Senza un sito web è impossibile per chiunque raggiungere l’impresa interessata e si rinuncia a un importante, e ancora in piena espansione, canale di raccomandazione.

4.- Lasciare che sia il cliente a raggiungere l’azienda

Nel caso in cui si ricevano clienti abituali nel proprio ufficio, azienda o impresa, una descrizione del percorso da seguire o dei mezzi da utilizzare è molto utile. L’integrazione di indicazioni tramite Google Maps, ad esempio, richiede solo uno o due minuti.

5.- Rispondere alle richieste dei clienti attraverso il web

Molto probabilmente ci sono due o tre domande che i clienti pongono abbastanza spesso. Una conversazione telefonica con i clienti è sempre un’ottima opportunità. Tuttavia, si può certamente spendere il proprio tempo in attività maggiormente produttive che rispondere alle stesse domande più e più volte. Nella sezione “Domande frequenti” è possibile rispondere a queste domande direttamente dal sito web.   Per tutte le altre domande, si consiglia la creazione un modulo di contatto online (e nel caso in cui si desideri trattare con i clienti per telefono, il modulo include anche il il numero da contattare).

6.- Vendita di prodotti online

Nel caso in cui si disponga di prodotti che possono essere spediti, potrebbe essere un’idea vincente favorirne la vendita tramite uno shop online. Un’accortezza di questo tipo aumenterebbe in modo esponenziale il numero di potenziali clienti nel proprio paese e, se di interesse, anche all’estero.

7.- Fase costruttiva di un canale di dialogo con la propria clientela

Al fine di stabilire una connessione con la propria clientela, è logico intraprendere una comunicazione efficace. Questo non a livello individuale, ma è possibile ricorrere a e-mail, Twitter o Facebook. La creazione di un blog può essere molto utile per i liberi professionisti, in quanto si presenteranno come esperti nel proprio ambito di specializzazione.

Devonish Morett
Consulente Aziendale
Marketing strategy, gestione del tempo e
della pianificazione nelle PMI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: